Autorità spirituale e potere temporale

15.00

Disponibile

Egli non ebbe mai l’abitudine di riferirsi, nei suoi scritti, all’attualità immediata, perché la sua attenzione era «costantemente rivolta ai princìpi, i quali, si potrebbe dire, sono di un’attualità permanente, ponendosi fuori dal tempo»

3 disponibili

Autore:René Guénon
COD: 9788874350841 Categorie: ,
Casa editrice: Luni

Come dice espressamente l’autore di questo libro nella sua Prefazione, egli non ebbe mai l’abitudine di riferirsi, nei suoi scritti, all’attualità immediata, perché la sua attenzione era «costantemente rivolta ai princìpi, i quali, si potrebbe dire, sono di un’attualità permanente, ponendosi fuori dal tempo». «Tuttavia», egli aggiungeva, «dobbiamo ammettere che le considerazioni che esporremmo in questo studio presentano inoltre un certo interesse più particolare nel presente momento, a motivo delle discussioni che negli ultimi tempi sono sorte sul problema dei rapporti tra religione e politica, problema che è soltanto una forma particolare assunta, in condizioni determinate, da quello più generale delle relazioni tra la sfera dello spirito e la sfera temporale». L’«attualità» a cui René guénon indirettamente si riferiva nel 1929 non è certo l’attualità con cui si confrontano gli uomini di questa fine di secolo ma, senza nessun dubbio, il disordine, la confusione e i conseguenti accresciuti pericoli di cui essi sono i testimoni, continuano ad avere la loro causa nel ritrarsi dal mondo, a partire dall’area occidentale, di quella concezione tradizionale della spiritualità che, assumendola come sinonimo di «conoscenza», fa di essa ciò che sola può dare all’azione la sua legge, ordinandola verso fini compatibili con un’esistenza umana normale. Emergono da ogni pagina di questo libro la legittimità e la «naturalità» dell’ordine gerarchico secondo il quale il «potere temporale», esterno e visibile, dev’essere, in ogni civiltà degna di questo nome, subordinato all’«autorità spirituale», interiore e invisibile; e d’altronde ciò non fa che corrispondere alla gerarchia delle sfere alle quali le due funzioni tradizionalmente si applicano, e a quelle delle facoltà nell’essere umano.

Anno

2014

Pagine

112

René Guénon

"Non vi è dunque ragione di disperare; e quand’anche non si potesse sperare di raggiungere un risultato sensibile prima che il mondo moderno precipiti, questo non sarebbe un motivo per non cominciare un’opera la cui portata reale va ben oltre l’epoca attuale. Coloro che fossero tentati di cedere allo scoraggiamento debbono pensare che nulla di quanto viene compiuto in quest’ordine può mai andar perduto; che il disordine, l’errore e l’oscurità possono trionfare solo in apparenza e in modo affatto momentaneo; che tutti gli squilibri parziali e transitori debbono necessariamente concorrere alla costituzione del grande equilibrio totale e che nulla potrà mai prevalere in modo definitivo contro la potenza della verità: la loro divisa sia quella adottata in altri tempi da certe organizzazioni iniziatiche dell’Occidente: Vincit omnia Veritas.”