Foibe: un conto aperto

6.00

Disponibile

Il testamento di Licia Cossetto.

1 disponibili

Autore:Luciano Garibaldi, Rossana Mondoni
Casa editrice: Solfanelli

Licia Cossetto, sorella di Norma, la prima martire delle foibe, è stata trascinata nella tragedia che ha coinvolto anche suo padre e molti altri familiari, diventando portavoce e testimone di quella storia del confine orientale che, alla fine della Seconda guerra mondiale, ha coinvolto Istriani, Fiumani, Dalmati, strappandoli dalle loro terre solo perché volevano rimanere italiani e non erano disposti ad accettare il regime comunista del maresciallo Tito. Della storia delle sue genti, Licia rimase testimone coerente e fedele fino alla fine, condusse con coraggio molte battaglie per far emergere la verità dei fatti contro chi tendeva e tende a confondere e sminuire gli eventi storici. Donna molto forte e saggia, sapeva ricordare senza odiare anche se non temeva di chiamare con il loro nome gli assassini.

Anno

2014

Pagine

56

Luciano Garibaldi

Luciano Garibaldi, giornalista professionista dal 1957, nella sua lunga carriera è stato inviato speciale, caporedattore e vicedirettore di quotidiani («Corriere Mercantile», «La Nazione», «Il Giornale») e settimanali («Tempo», «Gente»). Tra i suoi libri ricordiamo: I giusti del 25 aprile. Chi uccise i partigiani eroi?; Il secolo breve. Persone e storie del Novecento; La pista inglese. Chi uccise Mussolini e la Petacci?; Com’erano rosse le mie brigate; Fidel Castro. Storia e immagini del Líder Máximo.

Rossana Mondoni