I templari del proletariato

30.00

Disponibile

Metafisica del Nazional-Bolscevismo

1 disponibili

Autore:Aleksandr Dugin
Casa editrice: Aga Editrice

“I templari del proletariato, titolo paradossale compone un’antologia di scritti che spaziano dall’alchimia alla storia della Russia, dai Vecchi Credenti al terrorismo rivoluzionario, dalla magia all’astrologia, passando per la Terza Roma, l’Antartide, Orione, la foresta di Rambouillet… Uomini sparsi nello spazio e nel tempo, stelle di un Impero Invisibile unite in una costellazione che nel libro di Aleksandr Dugin ha un nome ben preciso: nazional-bolscevismo. Ma questo movimento è affrontato da una prospettiva unica nel suo genere, metastorica e metapolitica: a rincorrersi tra i capitoli de I Templari è l’idea che questo movimento non sia una novità degli ultimi trent’anni ma la resurrezione di princìpi metafisici ben più antichi. Documento per capire una stagione che quasi nessuno ha raccontato, qui risiedono le origini di molti concetti chiave sviluppati dall’Autore nelle sue opere successive. Un cammino destinato a quanti vogliano ancora guadagnare un accesso al cielo.”

Anno di pubblicazione

2021

Pagine

456

Aleksandr Dugin

Aleksandr Gel'evič Dugin è un politologo e filosofo russo. Dugin sviluppa il pensiero di Martin Heidegger, specialmente il concetto geofilosofico del Dasein, come centro al contempo universale e particolare, uno e molteplice, coniugandolo con il pensiero della scuola tradizionalista, ossia René Guénon e Julius Evola.