Pan è morto

16.00

Disponibile

e noi l’abbiamo ucciso.

 

1 disponibili

Autore:Riccardo Tennenini
Casa editrice: Ritter

Un’opera metastorica che parla del declino della Civiltà occidentale attraverso il processo di civilizzazione da Epicuro ad oggi. Prende in esame “tre mondi” (antico, medioevale e moderno) e le nove personalità in copertina, che hanno reso possibile attraverso varie rivoluzioni la società dei consumi, e intuisce che essa è lo specchio della sovversione dell’Ordine etico ed estetico causata dal deterioramento delle virtù morali e spirituali dell’Occidente iniziato con la morte di Pan.

Anno

2016

Pagine

114

Riccardo Tennenini

Riccardo Tennenini è nato a Ferrara. Ha studiato filosofia compiendo studi prima sul pensiero di Julius Evola e René Guènon passando per la filosofia classica con Platone e quella moderna tedesca Schopenhauer, Nietzsche e Heidegger infine abbraccia la weltanschauung dell’Advaita Vedānta e diventa vegetariano nel dicembre 2012. Scrive numerosi articolo che spaziano dalla spiritualità, alla politica su siti online come “Ordine Futuro”, Ereticamente”, “Pensiero Forte” e sulle riviste cartacee come “Avanguardia” e la “Civetta”. Prima musicista, poi produttore discografico e organizzatore di eventi indipendente. Nel 2016 esce il suo primo libro edito dalle edizioni Ritter di Milano “Pan è morto e noi l’abbiamo ucciso” un excursus filosofico sulla secolarizzazione dell’Occidente. Per tutto il 2016 continua a scrivere, e termina la traduzione del VI libro del Viṣṇu Purāṇa edito da Irfan Edizioni. Nel novembre 2017, esce il secondo libro sempre edito dalla Ritter “Europa Nostra” un romanzo distopico e fantapolitico sui toni di 1984. Dalla fine del 2017 è uscito Oltre il capitalismo in cui espone la sua idea personale di comunità, “Heimat”, come alternativa alle grandi metropoli urbane industriali.