Libreria Cinabro

Ma quindi discriminare per il peso è permesso!?

Ci avevano detto che discriminare per l’aspetto e le condizioni fisiche fosse sbagliato.
Avevano criticato le donne perché volevano gareggiare onestamente e non essere stracciate dalle prestazioni anabolizzate di colossi “trans” iscritti alle loro competizioni.
Ma adesso esiste una nazionale di calcio in cui se non sei “curvy” non entri. Se non pesi un tot, se non sei in un certo modo, non entri.
E chi decide che sei curvy? Un’apposita commissione dotata di “tettometro”?
È sempre più evidente: per loro discriminare va benissimo, ma come e quando vogliono loro.

L’articolo Ma quindi discriminare per il peso è permesso!? proviene da AZIONE TRADIZIONALE.

Ci avevano detto che discriminare per l’aspetto e le condizioni fisiche fosse sbagliato.
Avevano criticato le donne perché volevano gareggiare onestamente e non essere stracciate dalle prestazioni anabolizzate di colossi “trans” iscritti alle loro competizioni.
Ma adesso esiste una nazionale di calcio in cui se non sei “curvy” non entri. Se non pesi un tot, se non sei in un certo modo, non entri.
E chi decide che sei curvy? Un’apposita commissione dotata di “tettometro”?
È sempre più evidente: per loro discriminare va benissimo, ma come e quando vogliono loro.

L’articolo Ma quindi discriminare per il peso è permesso!? proviene da AZIONE TRADIZIONALE.

Generated by Feedzy