Teoria della destra contemporanea

22.00

Disponibile

Nuovi indirizzi per vincere le sfide del presente e del futuro

1 disponibili

Autore:Antonio Carulli
Casa editrice: Idrovolante

Cos’è la Destra?  Domanda apparentemente semplice cui nessuno riesce oggi a rispondere. Ci prova Carulli, a partire da un rinnovato senso – ontologico – di Conservazione: che ogni essente, cioè, diminuisca fermandosi alle porte del Nulla, non finendovi dentro.  E neppure l’Umano riuscirà a sottrarsi a questo Destino.

Nel mondo che dismette l’uomo, solo la Destra, col suo fingere che tutte le strutture del Passato restino inviolabili, può riscriverle aiutandoci ad individuare la “giusta” Tradizione. Reazione, Nazione, Inumano: tutti termini che andranno soggetti ad una risemantizzazione totale e sorprendente. Il tutto sempre alla luce della fedeltà della Destra alla democrazia, all’Europa, all’America, al Capitalismo. Sarà invece sul versante etico e nei rapporti col Magistero cattolico che la Destra, sino ad oggi data per anacronistica, conoscerà  coerenti novità. La Destra che verrà è servita.

V’è una stagnazione del paradigma teorico della Destra che si strascina da decenni. Troppo esiguo è il suo peso nel dibattito pubblico perché ci si sparpagli, ognuno in ordine sparso dietro la chimera del proprio io. La nostalgia è la facile scusa per non affrontarne la necessità di un’evoluzione. Rosso-brunismo, Sovranismo sono la denuncia di una crisi in atto, non la sua soluzione, la strumentale occupazione dell’unico spazio disponibile al momento. Ma è piccolo cabotaggio, questo. Non ci pare “grande navigazione”. Contengono assai meno futuro di quanto si possa pensare.

Anno

2022

Pagine

470

Antonio Carulli