Stoccate

15.00

Disponibile

Scritti di lotta e coraggio

2 disponibili

Autore:Berto Ricci
Casa editrice: Passaggio al Bosco

Il libro:

Stoccate è la raccolta inedita degli scritti di Berto Ricci pubblicati su Critica Fascista, la rivista guidata da Giuseppe Bottai che fu palestra e avanguardia di pensiero durante il Fascismo. Poeta, matematico e giornalista, Ricci fu maestro di carattere e mente tra le più brillanti della cultura del Ventennio, animando dibattiti e spronando la rivoluzione mussoliniana a “diventare se stessa”, superando i tatticismi del presente e i residuali compromessi con la borghesia e il capitalismo. Un’azione incessante e perpetua, nel solco di una kulturkampf che l’intellettuale fiorentino portò avanti – nel corso della sua breve esistenza – con i tantissimi contributi sui quali vergò il proprio pensiero.

La collaborazione con Critica Fascista è la più significativa delle avventure editoriali che impegnarono Ricci al suo rientro dalla guerra d’Etiopia, dove era andato a combattere da volontario. Dopo la chiusura de L’Universale – da lui fondata – è sulla rivista bottaiana che l’intellettuale toscano sviluppa e approfondisce i principali temi del suo impegno culturale: l’aspirazione al primato dell’Italia fascista, la lotta senza quartiere al capitalismo internazionale, l’avversione a ogni forma di borghesia e classismo, la giustizia sociale come faro della rivoluzione, il ruolo dell’intellettuale come necessaria avanguardia dell’agire politico, l’aspirazione a una libertà mai scissa dalla responsabilità.

Le Stoccate sono saette che squarciano, ancora oggi, il cielo plumbeo di ogni conformismo. Leggerle è respirare l’aria pura delle vette, ribellarsi al fatalismo dell’eterno presente, lasciarsi ispirare dallo stile di un esempio. Darsi una Forma, contro l’informe che avanza.

Anno

2021

Pagine

262

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Berto Ricci

Roberto Ricci, detto Berto (Firenze, 21 maggio 1905 – fronte libico, 21 febbraio 1941), è stato uno scrittore, poeta e giornalista italiano. Fu uno dei più importanti pensatori fascisti, fondò la rivista L'Universale e collaborò con la Scuola di mistica fascista guidata da Niccolò Giani e Guido Pallotta.