Attacco alla famiglia. Radicamento personale e resistenza comunitaria

10.00

Disponibile

Descrizione

Che cos’è la famiglia? Un semplice contratto tra due individui che si amano, indipendentemente dal sesso? Certamente no. Dinanzi agli eccessi della “famiglia” contemporanea, Pierre de Meuse ci invita a guardare al nostro passato, per riflettere sulle condizioni della sua futura rinascita. In origine, infatti, la struttura familiare era al centro di un ordine sociale più ampio: ceppi, clan e comunità – per millenni – hanno rappresentato l’ossatura del nostro vivere, costituendo il ponte tra la natura e la cultura. Il suo moderno declino – di fatto – è la risultante di un lungo processo di individualizzazione, che ha visto il trionfo dei desideri effimeri e il crollo dei riferimenti verticali. Per difendere efficacemente la famiglia – allora – non basta attenersi all’affermazione minimalista che la vuole composta da un uomo e da una donna: bisogna rifiutare la moderna “dittatura del singolo”, per riaffermare un’etica naturale, complementare, radicata e comunitaria. Questo saggio – libero e controcorrente – rappresenta un profondo viaggio nella storia, nella religione, nella sociologia, nel costume e nel Diritto: perché la famiglia deve tornare ad essere il fulcro della vita vissuta.

Informazioni aggiuntive

Autore

Pierre de Meuse

Anno

2022

Pagine

120