Bagattelle per un massacro

24.00

Esaurito

Esaurito

Autore:Louis-Ferdinand Céline
COD: B01EM70KL0 Categorie: ,
Casa editrice: Edizioni di Ar

“Mi era stato chiesto di presentare questo volume impresentabile. Però questo è un testo che va sì introdotto: ma nelle viscere. Va gustato, succhiato – se uno ha succhi grastrici in ordine, che lo trasmutino tutto in sangue (proprio tutto: non ci sono scorie!). Verbum sanguis facendum est. E gli altri, i delicati, gli impressionabili, i dispeptici ideologici, lo possono pure vomitare. Le parole di Céline sono veleno quintessenziato, e valgono, omeopaticamente, da contravveleno. Di miglior gusto, al posto di una introduzione scolastica, è la lettura del seguente scritto, vitale e affermativo, che gode della mia approvazione plenaria-entusiastica”.

Anno

2009

Pagine

335

Louis-Ferdinand Céline

Considerato un originale esponente delle correnti letterarie del modernismo e dell'espressionismo, Céline è ritenuto uno dei più influenti scrittori del XX secolo, celebrato per aver dato vita ad uno stile letterario che modernizzò la letteratura francese ed europea. Partecipò volontario alla prima guerra mondiale, rimanendo ferito gravemente e parzialmente invalido, nonché segnato psicologicamente per sempre dall'esperienza. Per le sue prese di posizione politiche e affermazioni in favore delle potenze dell'Asse, prima e durante la seconda guerra mondiale (si espresse anche in favore del collaborazionismo della Francia di Vichy con la Germania nazista dopo la sconfitta del 1940), esposte in pamphlet violentemente antisemiti, Céline rimane oggi una figura controversa e discussa. Emarginato dalla vita culturale dopo il 1945, il suo stile letterario fu preso a modello da alcuni scrittori che gravitavano attorno alla Beat Generation statunitense. Anche Charles Bukowski aveva grande ammirazione per la prosa letteraria di Céline, tanto da definirlo "il più grande scrittore degli ultimi duemila anni".