Bestie, uomini, dei

€23.00

Bestie, uomini, dei” è molto più di un semplice libro; è un’epopea che abbraccia il genocidio comunista dalle sue radici alle lotte antibolsceviche nella Mongolia del 1920-1921. L’autore offre una visione inedita della figura enigmatica del barone generale Ungern, mentre il racconto si sviluppa tra visioni dei Lama, intrighi politici e il fascino del misterioso “Re del Mondo”. Questa è un’opera che intreccia abilmente avventura personale e storia epica.

Disponibile

COD: 9788827208069 Categorie: , ,

Descrizione

Il libro è un’opera dai molteplici aspetti: è un libro di viaggi; è una testimonianza del genocidio comunista dalle sue origini alle ultime lotte antibolsceviche condotte nel 1920-1921 agli estremi confini dello sterminato impero russo, in Mongolia; è la biografia di un personaggio ignorato e inquitante come il barone generale Ungern; è la rivelazione in Occidente del “mistero dei misteri”: il “Re del Mondo”. Avventura, politica, guerra, misticismo; battaglie fra mongoli, russi e cinesi; gli intrighi politici di tre diplomazie; la figura allucinata del barone Ungern; il mistero dell’Agartha; la profezia del Re del Mondo; le visioni dei Lama: l’autore ha saputo descrivere tutto questo assieme alla sua vicenda personale.

Informazioni aggiuntive

Titolo

Bestie, uomini, dei

Autore

Ferdinand Ossendowski

Editore/Marca

Edizioni Mediterranee

ISBN

9788827208069

Anno di pubblicazione

2000