Contro il giusnaturalismo moderno. Evola, lo Stato, gli uomini, le rovine

€7.00

Esaurito

COD: 9788893414869 Categorie: ,

Descrizione

Si potrebbe sostenere che l’concetto di Stato secondo Julius Evola rappresenti l’apice dell’anticonformismo della sua teoria; le sue affermazioni non trovano riscontro né nel contesto democratico del dopoguerra, né, più in generale, nell’idea moderna di Stato e sovranità. Secondo Evola, uno Stato autentico, se tale, si fonda sulla trascendenza del principio di sovranità, autorità e legittimità, e di conseguenza in esso si manifesta un ordine superiore che si materializza in un potere. Ogni entità politica si distingue quindi per un’idea e un potere che la rendono unica rispetto a qualsiasi altra forma di associazione o aggregazione sociale e/o naturale. I tratti distintivi della sovranità, e quindi dello Stato, sono l’assolutezza (o infallibilità) e la stabilità (intesa come non derivazione) del principio supremo. Introduzione di Claudio Bonvecchio.

Informazioni aggiuntive

Autore

Marco Iacona

Anno

2021

Pagine

84