Due cordate per una parete

186.00

Esaurito

Titolo completo: Due cordate per una parete

Autore: G Capra

Anno: 2006

Pagine: 400


Il libro:

Nel 1962, a ventiquattro anni dalla celebratissima prima salita compiuta da Harrer, Heckmair, Kasparek e Vörg, nessun italiano era ancora arrivato in vetta all’Eiger dalla Parete Nord, la terribile Nordwand. Ci avevano provato i vicentini Menti e Sandri nel 1937, restando vittime della parete; ci avevano provato, nel 1957, Corti e Longhi, insieme a una cordata tedesca: ancora una volta l’impresa era finita in tragedia, e la parete e la montagna simboli dell’alpinismo sembravano destinate a restare precluse agli italiani. Ma nell’agosto del 1962 due cordate di forti alpinisti, Aste, Solina e Acquistapace da una parte, e Perego, Mellano e Airoldi dall’altra, determinate ad arrivare in vetta, si incontrano sotto il Secondo Nevaio e decidono di continuare insieme. La progressione diviene più lenta ma continua e, nonostante le scariche e il maltempo, tutti e sei arrivano in cima senza un graffio e scendono a valle vittoriosi.
Due cordate per una parete racconta questa imoresa, e descrive uno spaccato dell’Italia alpinistica (e non solo) dei primi anni Sessanta, fatto di operai, contadini e artigiani, molti dei quali hanno conosciuto la montagna grazie agli oratori e che hanno scalato per passione nei ritagli di tempo diventando sì accademici del CAI, ma restando defilati e sconosciuti al grande pubblico.

UN BRANO
“Splendeva un sole luminoso, il cielo era azzurro intenso; mossero insieme gli ultimi pochi passi e cautamente si affacciarono sulla lama nevosa della vetta: videro l’altro lato della montagna, inondato di sole; ai loro piedi il ghiacciaio dell’Aletsch si snodava maestoso fino all’ultimo orizzonte, circondato dai giganti dell’Oberland.
La Nordwand, che aveva bruciato dentro per lunghi anni di sogni e di progetti, si era presa cinque e sei giorni della loro vita. Ora, addomesticata e divenuta un’amica, era parte di loro e non li avrebbe più abbandonati per gli anni a venire. La lunga lotta, a tratti disumana, si era conclusa in esaltante idillio…
Loro, sei fra i più forti scalatori italiani, riuniti sulla Nord dell’Eiger, erano tutti in vetta senza un graffio, senza una scalfittura.”

Esaurito

COD: 9788867003846 Categorie: ,

Titolo completo: Due cordate per una parete

Autore: G Capra

Anno: 2006

Pagine: 400


Il libro:

Nel 1962, a ventiquattro anni dalla celebratissima prima salita compiuta da Harrer, Heckmair, Kasparek e Vörg, nessun italiano era ancora arrivato in vetta all’Eiger dalla Parete Nord, la terribile Nordwand. Ci avevano provato i vicentini Menti e Sandri nel 1937, restando vittime della parete; ci avevano provato, nel 1957, Corti e Longhi, insieme a una cordata tedesca: ancora una volta l’impresa era finita in tragedia, e la parete e la montagna simboli dell’alpinismo sembravano destinate a restare precluse agli italiani. Ma nell’agosto del 1962 due cordate di forti alpinisti, Aste, Solina e Acquistapace da una parte, e Perego, Mellano e Airoldi dall’altra, determinate ad arrivare in vetta, si incontrano sotto il Secondo Nevaio e decidono di continuare insieme. La progressione diviene più lenta ma continua e, nonostante le scariche e il maltempo, tutti e sei arrivano in cima senza un graffio e scendono a valle vittoriosi.
Due cordate per una parete racconta questa imoresa, e descrive uno spaccato dell’Italia alpinistica (e non solo) dei primi anni Sessanta, fatto di operai, contadini e artigiani, molti dei quali hanno conosciuto la montagna grazie agli oratori e che hanno scalato per passione nei ritagli di tempo diventando sì accademici del CAI, ma restando defilati e sconosciuti al grande pubblico.

UN BRANO
“Splendeva un sole luminoso, il cielo era azzurro intenso; mossero insieme gli ultimi pochi passi e cautamente si affacciarono sulla lama nevosa della vetta: videro l’altro lato della montagna, inondato di sole; ai loro piedi il ghiacciaio dell’Aletsch si snodava maestoso fino all’ultimo orizzonte, circondato dai giganti dell’Oberland.
La Nordwand, che aveva bruciato dentro per lunghi anni di sogni e di progetti, si era presa cinque e sei giorni della loro vita. Ora, addomesticata e divenuta un’amica, era parte di loro e non li avrebbe più abbandonati per gli anni a venire. La lunga lotta, a tratti disumana, si era conclusa in esaltante idillio…
Loro, sei fra i più forti scalatori italiani, riuniti sulla Nord dell’Eiger, erano tutti in vetta senza un graffio, senza una scalfittura.”

Titolo

Due cordate per una parete

Editore/Marca

Non disponibile

ISBN

9788867003846

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Nessuna informazione sull'autore.