Evola e Dante

€18.00

Disponibile

COD: 9788890725685 Categoria:

Descrizione

Questo saggio offre una prospettiva rigorosa e dettagliata sull’interesse costante che Julius Evola, il filosofo della “rivolta contro il mondo moderno”, ha dimostrato nei confronti di Dante Alighieri. L’autore del saggio esplora l’affinità di Evola per il “ghibellinismo fuggiasco” e per la dimensione sovra-religiosa e esoterico-iniziatica delle opere di Dante.

Evola vedeva in Dante non solo un grande poeta, ma anche un pensatore la cui opera era intrisa di significati profondi e iniziatici. Per Evola, l’elemento iniziatico nelle opere di Dante era strettamente connesso alla dimensione politico-sociale, un concetto che richiamava le sue stesse idee sulla connessione tra spiritualità e società.

Il saggio offre un’analisi approfondita di come Evola abbia interpretato e valutato l’opera di Dante, evidenziando le connessioni tra la sua visione del mondo e quella del poeta fiorentino. È un’indagine che illumina il pensiero di Evola e offre nuove prospettive sull’importanza di Dante nell’ambito della tradizione esoterica e politico-sociale.

Informazioni aggiuntive

Anno di pubblicazione

Pagine

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.