Heidegger. Tra rivoluzione conservatrice e guerra civile in Europa

€10.00

Disponibile

COD: 9788837230371 Categorie: ,

Descrizione

Il valore del pensiero di uno storico consiste nella pertinenza nel tempo delle categorie con le quali ha strutturato le proprie ricerche, categorie che trascendono le polemiche ideologiche e si affermano come strumenti essenziali – idealtipi – per interpretare un’epoca. Nelle due lezioni qui raccolte, lo storico tedesco Ernst Nolte ; presenta due chiavi di lettura storiografica essenziali per capire quel che accadde nella prima metà del Novecento nell’Europa segnata dal conflitto tra il totalitarismo nazista e fascista da una parte e il totalitarismo comunista dall’altra: la “guerra civile”, come scontro tra concezioni totalizzanti e salvifiche della politica – che per Nolte ha il suo atto d’origine nella Rivoluzione bolscevica del 1917 – e la “rivoluzione conservatrice”, un complesso fenomeno di reazione ai fenomeni spaesati ti della modernità e della tecnica che accomunò diversi intellettuali tedeschi e coinvolse anche il maestro di Nolte: Martin Heidegger.

Informazioni aggiuntive

Autore

Ernst Nolte

Pagine

96

Anno di pubblicazione

2017