Intervista sull’Europa

€12.00

Disponibile

Descrizione

“E quando tutto sembrava giungere al termine, con l’Europa sommersa e i suoi popoli dominati e divisi, si accesero i fuochi d’artificio delle cosiddette liberazioni. Gli europei scoprirono la resistenza. L’azione e il sacrificio di una minoranza divennero rapidamente il profitto e il trionfo personale di molti: e si verificò una corsa verso il vincitore, la resa, la codardia, accordi falsi con il comunismo in ascesa, l’anarchia civile e politica. Tuttavia, ciò non prevenne né impedì a milioni di uomini, a centinaia di migliaia di soldati di ogni nazione, di assolvere fino all’ultimo il dovere di combattere, di sacrificarsi, di morire per le proprie convinzioni; di dimostrare a tutti che il peggior esito delle guerre non è la sconfitta, ma subirla in modo ignobile e vile. Questo, forse, è il significato del libro. La lezione e il monito che esso trasmette a ciascuno di noi: l’eredità spirituale che le nuove generazioni europee potranno un giorno utilizzare per riedificare la propria coscienza politica, per ottenere la propria indipendenza e la propria autentica libertà dal comunismo”.

Informazioni aggiuntive

Autore

Pino Romualdi

Anno di pubblicazione

1979

Pagine

64