La carboneria. La Costituzione del Regno delle Due Sicilie

€9.00

Esaurito

Descrizione

Intorno al 1818, Filippo Buonarroti, già tra i promotori della Cospirazione degli Uguali di Babeuf nella Francia della repubblica “termidoriana”, trasformò la società segreta dell’Adelfia (a carattere anti-bonapartista) nella Società dei Sublimi Maestri Perfetti. A modo suo, Buonarroti condivideva l’idea del “Vecchio Oligarca” (o Pseudo-Senofonte) della Costituzione degli Ateniesi: “mala bestia è il dèmos”, sostenendo che le masse andassero assoggettate a un regime di eguaglianza edificato da una minoranza illuminata: la minoranza di soggetti rivoluzionari.

Informazioni aggiuntive

Anno

2011

Pagine

91