La maledizione dei centurioni Vol. 2

20.00

Algeri, 13 maggio 1958: il «piano Pouget» e il colpo di Stato della democrazia.

Disponibile

Best seller

Descrizione

Il “piano Pouget” è l’ultima “Grande eresia” del XX secolo. Prende il nome dal maggiore dei paracadutisti francesi Jean Pouget, che lo propose sul piano storico. A quattro anni dall’inizio del conflitto algerino – pochi mesi dopo la “battaglia di Algeri” – nell’incandescente crogiolo scaturito dalla rivolta popolare del 13 maggio 1958, un gruppo di ufficiali paras pensò di poter osare l’inosabile: costruire la nouvelle Algérie con il concorso determinante delle forze più militanti dell’Fln… Il “piano Pouget” disegna una cerniera storico-politica ideale che collega la prima e l’ultima fase del conflitto algerino: la mécanique dell’orrore della “battaglia di Algeri”; il malaise dell’esercito; il mito dei paras; la rivolta e i complotti del 13 maggio; il passaggio dalla IV alla V Repubblica; i retroscena dell’attentato a colpi di bazooka contro il generale Salan, tenebroso crimine che farà tremare la IV e la V Repubblica; la “settimana delle barricate”; l’affaire Si Salah; la rivolta delle legioni di Algeri; l’Oas, il definitivo délestage dell’Algeria da parte di de Gaulle; l’esodo forzato di un milione di pied-noir e il massacro degli harkis.

Informazioni aggiuntive

Autore

Gianfranco Peroncini

Anno

2022

Ti potrebbe interessare…