La setta mondialista contro la Russia

15.00

Disponibile

Best seller

Descrizione

Un lungo saggio pubblicato nel numero di giugno della rivista Nas sovremennik (Il nostro contemporaneo) dal titolo indicativo di Rusofobija (Russofobia). Ne è autore Igor Safarevic, matematico insigne, membro dell’Accademia delle Scienze dell’URSS e di molte istituzioni straniere, tra cui la nostra Accademia dei Lincei.  (Giampaolo Gandolfo, “Il Secolo XIX”, 24 settembre 1989)

 

Safarevic denuncia l’arrogante egoismo degli ebrei, la loro attitudine a isolarsi sprezzantemente dall’ambiente nazionale e sociale in cui vivono, la loro capacità di mobilitare, per il perseguimento dei loro interessi, vasti settori della comunità internazionale.  (Sergio Romano, I falsi Protocolli, Milano 1992, p. 130)

 

Rappresentante più illustre della pubblicistica nazional-tradizionalista è il matematico algebrista, accademico, insignito del Premio Lenin e di prestigiosi riconoscimenti internazionali, Igor R. Safarevic, che è anche uno dei maggiori maîtres à penser e leader del “Fronte di salvezza nazionale”, che raccoglie le diverse tendenze rosso-brune. (…) Tre anni fa, a Mosca, con una tiratura di centomila copie, uscì la prima edizione di un suo saggio polemico (…) dal titolo Rusofobija.  (Piero Sinatti, Che cosa vogliono i Russi?, Milano 1993, pp.132-133)

Informazioni aggiuntive

Anno

1991

Pagine

112