L’altra America

15.00

Disponibile

Descrizione

Tornate alla ribalta durante la presidenza di Donald Trump, le fratture della società americana sembrano eterne ed insanabili: da una parte il modello globalista del Deep State, dell’alta finanza, della Silicon Valley dei media mainstream, dell’intellighenzia radical-chic e delle frange progressiste che impongono la “cancel culture” e si battono per la “società aperta”; dall’altra – maledetta, eterogenea e controversa – l’America profonda dei territori rurali e delle periferie dimenticate, lontanissima dal “pensiero unico dominante”, subalterna al potere e pronta a difendere la propria identità ad ogni costo.

Questo saggio, accurato e obiettivo, compie un’incursione nelle pieghe de “L’altra America”, raccontando la storia, le contraddizioni, le idee e i protagonisti di quella parte del popolo statunitense che si sente tradita dall’estabilishment di Washington: dall’identità sudista alle evoluzioni del Ku Klux Klan; dall’Alt Right alle mille manifestazioni del separatismo bianco; dal fondamentalismo cristiano alle sette religiose; dalle milizie locali ai fermenti rurali, passando per QAnon e per il recente assalto di Capitol Hill. Un viaggio nelle linee di faglia della più potente Nazione del pianeta, dove la violenza è una regola, il mercato non conosce pietà e le rivolte fanno da sfondo ad un fragilissimo equilibrio etnico.

Un testo che unisce analisi storica e attualità, nel solco di una riflessione che inizia con la Guerra di Secessione e si conclude con l’era di Trump, tra eventi sommersi e possibili scenari futuri.

Informazioni aggiuntive

Pagine

194

Anno

2022