L’aquila della steppa

€18.00

Disponibile

COD: 9788897600053 Categorie: ,

Descrizione

Ad oltre venti anni dall’indipendenza, il Kazakistan è diventato un attore di primo piano nello scacchiere internazionale. Il percorso cominciato nel 1992, all’indomani del crollo dell’Unione Sovietica, era denso di insidie e pericoli che avrebbero potuto esporre irreversibilmente la giovane repubblic aguidata da Nursultan Nazarbaev ai rischi della speculazione e della disintegrazione sociale e politica.

Eppure, attraverso un programma ambizioso e lungimirante, frutto di un’abile combinazione tra statalismo e ponderata apertura ai mercati internazionali, l’economia kazaka è riemersa dalla crisi, facendo prezioso tesoro di tutte le lezioni storiche del passato, custodite dalla leggendaria “Via della Seta”.

Informazioni aggiuntive

Anno

2012

Pagine

158