L’Operaio nel Pensiero di Ernst Junger

€18.00

COD: 9788827212127 Categorie: , ,

Descrizione

Il volume “L’Operaio” di Julius Evola sul pensiero di Ernst Jünger offre una panoramica della complessa relazione tra i due autori. Originariamente pubblicato nel 1960 e successivamente nel 1974, questo lavoro di Evola rappresenta una parafrasi commentata dell’opera di Jünger, “Der Arbeiter” (L’Operaio), che era rimasta inedita in Italia fino al 1985. Evola ha scelto di presentare proprio questa opera di Jünger perché riteneva che fosse la più significativa del suo primo periodo, concentrandosi sull’essenza del problema della visione e del significato della vita nell’era moderna, soprattutto nell’era della tecnica.

“L’Operaio” di Jünger è considerato un’acuta diagnosi del mondo contemporaneo, espressa con la forza della fantasia di un grande artista. Evola sottolinea che il concetto di “Operaio” in Jünger non si riferisce semplicemente a una classe sociale o al proletariato, ma simboleggia un nuovo tipo umano capace di trasformare le dinamiche distruttive della modernità in un’opportunità di crescita spirituale. Questo concetto si allinea con le idee di Evola esposte in opere come “Lo yoga della potenza” e “Cavalcare la tigre”, dove si propone una via per superare la crisi del mondo moderno attraverso la formazione di un nuovo tipo di uomo, capace di affrontare le sfide del suo tempo con forza interiore e spirito eroico.

In sintesi, il volume di Evola su Jünger offre un’analisi critica e costruttiva del pensiero di Jünger, ponendolo in relazione con le sue stesse concezioni filosofiche e politiche, e offrendo spunti di riflessione ancora rilevanti per comprendere le dinamiche della modernità e le possibili vie di superamento della crisi che essa comporta.

Informazioni aggiuntive

Autore

Anno di pubblicazione

Pagine