Meditazioni delle vette

€19.50

Disponibile

COD: 9788827215111 Categorie: ,

Descrizione

La predilezione di Julius Evola per le altezze spirituali e per le vertigini metafisiche del pensiero si manifestò concretamente attraverso la pratica dell’alpinismo più audace negli anni Venti e Trenta. Evola compì scalate di sesto grado superiore e arrampicate sui ghiacci, avvicinandosi a un’attività che lo accomunava a figure come Aleister Crowley e Dino Buzzati nel mondo della cultura.

Di queste esperienze, Evola scrisse su pubblicazioni specialistiche e sulla stampa rivolta a un pubblico più ampio, tra cui i quotidiani Il lavoro d’Italia, Corriere Padano, Il Regime fascista e Roma. Nei suoi scritti, trasfigurò magistralmente le esperienze alpinistiche alla luce del mito, del simbolo e di una spiritualità superiore, collegandole anche alla vita quotidiana, alle trasformazioni della società e a un nuovo modo di intendere la politica.

La quinta edizione riveduta, corretta e ampliata di questa antologia, approvata dall’autore stesso, contiene venti testi apparsi tra il 1927 e il 1942, oltre a due scritti del dopoguerra, quando Evola era ormai immobilizzato. Questi testi consentono di considerare le “Meditazioni delle vette” fra i “classici” della letteratura di montagna, sebbene con un carattere peculiare.

Informazioni aggiuntive

Pagine

Autore

Anno di pubblicazione