Sul crinale quelli di Via Diaz

€18.00

Disponibile

COD: 9788875576851 Categorie: ,

Descrizione

In questo libro l’Autore ha voluto raccontare e riscattare
le tantissime persone che con il Fascismo si fecero
Stato e di quanto di quel popolo sconfitto e dimenticato
dalla storiografia ufficiale, è rimasto fino ai giorni
nostri. Il “piccolo resto” che con dignità, fino in
fondo, ha continuato a vivere la propria esistenza nell’ombra,
senza scendere a compromessi con i vincitori.
Questi Italiani sono coloro che hanno fortificato le
radici, incamminati sul “crinale” della Storia, senza
tentennamenti.
In questa direzione, uno sguardo particolare è dedicato
alle lotte di tanti salernitani, colti nella loro gioventù
fiorente negli anni di piombo. Come il giovanissimo
Carlo Falvella, la cui vita si fermò, ingiustamente, il 7
luglio 1972.

Primo Carbone (Montella, 23 aprile 1954), imprenditore
e scrittore, ha frequentato l’Università Pontificia dell’Italia
Meridionale a Salerno, dove tutt’ora vive, ottenendo
il Magistero. È autore di numerosissimi interventi
come opinionista, su diversi giornali locali.
Appassionato di Storia, ha scritto nel 2003 il saggio
La Chiesa salernitana nel Risorgimento tra Rivoluzione
e Controrivoluzione, sulla Dottrina Sociale della
Chiesa e nel 2015 il romanzo Il Folgorino. Il Deserto
la mia Guerra, diario-cronaca dell’epopea della “Folgore”
in terra d’Africa, ad El Alamein.

«Dedico il mio umile lavoro a questo “piccolo resto”
e spero che siano i miei lettori, d’altronde…“che
importa il resto? Il resto è solo l’umanità”

Informazioni aggiuntive

Autore

Primo Carbone