Libreria Cinabro

Vires VS Virus • pillole tradizionali contro il contagio della paura – 12

«Tutte le attività sane ed esuberanti che noi desideriamo che egli eviti possono essere soppresse, senza dargli in cambio nulla».
(Le Lettere di Berlicche, C.S. Lewis – ed. Mondadori)
Berlicche indica a Malacoda la via più facile per distrarre l’uomo da attività come il lavoro, la preghiera e il sonno. 
Poco a poco, al Diavolo non saranno più necessari trucchi eclatanti per far perdere tempo all’uomo ma basteranno piccoli diversivi. Finché il “paziente” non si ritroverà ad aver trascorso gran parte della vita senza aver fatto né ciò che doveva né ciò che gli piaceva. In cambio di nulla.
Questa emorragia di tempo che affligge l’uomo non è originata tanto da distrazioni ritenute interessanti quanto da attività per le quali non si prova né piacere né appagamento e in cui l’uomo si ritrova ingabbiato senza nemmeno rendersene conto.
Il Diavolo per indebolire l’uomo e prendere possesso di lui non lo induce necessariamente alle tentazioni ma lo porta a perdere tempo senza fare nulla, a parlare con persone a cui non si da importanza di argomenti che provocano noia oppure a guardare nel vuoto per intere nottate insonni.
La vittoria del Nulla consiste nel rubare all’uomo i suoi anni migliori approfittando della volubilità della mente e dell’appagamento di curiosità delle quali non si sente veramente il bisogno. L’accumulo di tanti piccoli peccati sommato al tempo perso ripetutamente, provocano l’effetto di allontanare l’uomo da Dio.
La necessità di porre un argine a questa deriva di pigrizia non può essere da giustificazione per quella che in realtà non è altro che agitazione, l’azione disordinata che rappresenta solo l’illusione di fare.
Tanto più l’uomo moderno è agitato e disorientato quanto più sarà il tempo che sprecherà nel nulla, rifugiando le sue azioni nell’indifferenza, nell’apatia, nell’agiatezza e quindi nell’egoismo.
Per non cadere nel vortice che il Diavolo ha creato per neutralizzare l’uomo, è necessario ridestare l’attenzione interiore, ritrovare la concentrazione e vivere con sana sollecitudine.
Per non annullare la propria esistenza occorre trovare l’equilibrio tra inerzia e agitazione, orientare la propria vita a Dio e rafforzare la propria volontà per resistere alle tentazioni e onorare i propri doveri.

L’articolo Vires VS Virus • pillole tradizionali contro il contagio della paura – 12 proviene da AZIONE TRADIZIONALE.

«Tutte le attività sane ed esuberanti che noi desideriamo che egli eviti possono essere soppresse, senza dargli in cambio nulla».
(Le Lettere di Berlicche, C.S. Lewis – ed. Mondadori)
Berlicche indica a Malacoda la via più facile per distrarre l’uomo da attività come il lavoro, la preghiera e il sonno. 
Poco a poco, al Diavolo non saranno più necessari trucchi eclatanti per far perdere tempo all’uomo ma basteranno piccoli diversivi. Finché il “paziente” non si ritroverà ad aver trascorso gran parte della vita senza aver fatto né ciò che doveva né ciò che gli piaceva. In cambio di nulla.
Questa emorragia di tempo che affligge l’uomo non è originata tanto da distrazioni ritenute interessanti quanto da attività per le quali non si prova né piacere né appagamento e in cui l’uomo si ritrova ingabbiato senza nemmeno rendersene conto.
Il Diavolo per indebolire l’uomo e prendere possesso di lui non lo induce necessariamente alle tentazioni ma lo porta a perdere tempo senza fare nulla, a parlare con persone a cui non si da importanza di argomenti che provocano noia oppure a guardare nel vuoto per intere nottate insonni.
La vittoria del Nulla consiste nel rubare all’uomo i suoi anni migliori approfittando della volubilità della mente e dell’appagamento di curiosità delle quali non si sente veramente il bisogno. L’accumulo di tanti piccoli peccati sommato al tempo perso ripetutamente, provocano l’effetto di allontanare l’uomo da Dio.
La necessità di porre un argine a questa deriva di pigrizia non può essere da giustificazione per quella che in realtà non è altro che agitazione, l’azione disordinata che rappresenta solo l’illusione di fare.
Tanto più l’uomo moderno è agitato e disorientato quanto più sarà il tempo che sprecherà nel nulla, rifugiando le sue azioni nell’indifferenza, nell’apatia, nell’agiatezza e quindi nell’egoismo.
Per non cadere nel vortice che il Diavolo ha creato per neutralizzare l’uomo, è necessario ridestare l’attenzione interiore, ritrovare la concentrazione e vivere con sana sollecitudine.
Per non annullare la propria esistenza occorre trovare l’equilibrio tra inerzia e agitazione, orientare la propria vita a Dio e rafforzare la propria volontà per resistere alle tentazioni e onorare i propri doveri.

L’articolo Vires VS Virus • pillole tradizionali contro il contagio della paura – 12 proviene da AZIONE TRADIZIONALE.

Generated by Feedzy