«Ogni cosa deve essere distorta prima che ci serva in qualche modo. Noi combattiamo con uno svantaggio crudele. Dal punto di vista naturale nulla è dalla nostra parte».
(Le Lettere di Berlicche, C.S. Lewis – ed. Mondadori)
Berlicche confessa a Malacoda la condizione naturale di avversione in cui il Diavolo sarebbe costretto a operare sulla terra se non avesse trovato il modo di distorcere la natura delle cose.
Il termine stesso “diavolo” racchiude il significato di dividere, separare così come quello metaforico di calunniare. Ecco quindi che emerge il senso originale del termine: il diavolo è colui che, attraverso la distorsione della realtà, allontana l’uomo dalla Natura e quindi da Dio. È colui che con la menzogna pone gli uni contro gli altri per farne tutti suoi schiavi.
Attraverso questo meccanismo diabolico gli uomini sono progressivamente allontanati dalla Natura, dalla Giustizia e dalla Verità, arrivando fino a eliminare Dio dalla propria vita e coscienza. È un processo di degradazione della condizione umana che nel corso dei tempi ha creato un’inversione dei valori e una distorsione degli equilibri macrocosmici e microcosmici, fino a condurre l’uomo alla crisi attuale. Una crisi che solo secondariamente è economica, sociale, ambientale, etica e politica ma innanzitutto valoriale e spirituale.
Le tappe di questo processo sovversivo operato dalle forze del male ha determinato la progressiva dissoluzione generale e ha aperto il campo all’azione diretta ed esplicita del Diavolo. Non a caso Berlicche sancisce che «ogni cosa deve essere distorta prima che ci serva in qualche modo».
Al giorno d’oggi l’azione distorsiva portata avanti dalle forze dell’oscurità, ha colpito ogni ambito e invertito ogni normalità. L’affermazione sempre più ampia della menzogna pone sotto attacco quanto rimane degli insegnamenti tradizionali e terminerà la sua opera solo quando la dissoluzione sarà completa.
Nell’epoca del progresso – maschera politicamente corretta del rovesciamento caotico – occorre coraggio, preparazione e tenuta personale per contrastare l’opera di sovvertimento generale. L’armatura per difendersi da questo attacco frontale è offerta ancora una volta dalla Tradizione: chi ha una visione del mondo tradizionale e la vivifica in uno stile di vita, potrà porre un argine alla menzogna luciferina e contribuire ad affermare la Verità che appartiene solo a Dio.

L’articolo Vires VS Virus • pillole tradizionali contro il contagio della paura – 18 proviene da AZIONE TRADIZIONALE.

«Ogni cosa deve essere distorta prima che ci serva in qualche modo. Noi combattiamo con uno svantaggio crudele. Dal punto di vista naturale nulla è dalla nostra parte».
(Le Lettere di Berlicche, C.S. Lewis – ed. Mondadori)
Berlicche confessa a Malacoda la condizione naturale di avversione in cui il Diavolo sarebbe costretto a operare sulla terra se non avesse trovato il modo di distorcere la natura delle cose.
Il termine stesso “diavolo” racchiude il significato di dividere, separare così come quello metaforico di calunniare. Ecco quindi che emerge il senso originale del termine: il diavolo è colui che, attraverso la distorsione della realtà, allontana l’uomo dalla Natura e quindi da Dio. È colui che con la menzogna pone gli uni contro gli altri per farne tutti suoi schiavi.
Attraverso questo meccanismo diabolico gli uomini sono progressivamente allontanati dalla Natura, dalla Giustizia e dalla Verità, arrivando fino a eliminare Dio dalla propria vita e coscienza. È un processo di degradazione della condizione umana che nel corso dei tempi ha creato un’inversione dei valori e una distorsione degli equilibri macrocosmici e microcosmici, fino a condurre l’uomo alla crisi attuale. Una crisi che solo secondariamente è economica, sociale, ambientale, etica e politica ma innanzitutto valoriale e spirituale.
Le tappe di questo processo sovversivo operato dalle forze del male ha determinato la progressiva dissoluzione generale e ha aperto il campo all’azione diretta ed esplicita del Diavolo. Non a caso Berlicche sancisce che «ogni cosa deve essere distorta prima che ci serva in qualche modo».
Al giorno d’oggi l’azione distorsiva portata avanti dalle forze dell’oscurità, ha colpito ogni ambito e invertito ogni normalità. L’affermazione sempre più ampia della menzogna pone sotto attacco quanto rimane degli insegnamenti tradizionali e terminerà la sua opera solo quando la dissoluzione sarà completa.
Nell’epoca del progresso – maschera politicamente corretta del rovesciamento caotico – occorre coraggio, preparazione e tenuta personale per contrastare l’opera di sovvertimento generale. L’armatura per difendersi da questo attacco frontale è offerta ancora una volta dalla Tradizione: chi ha una visione del mondo tradizionale e la vivifica in uno stile di vita, potrà porre un argine alla menzogna luciferina e contribuire ad affermare la Verità che appartiene solo a Dio.

L’articolo Vires VS Virus • pillole tradizionali contro il contagio della paura – 18 proviene da AZIONE TRADIZIONALE.